mercoledì 6 giugno 2018

L'equazione di Dio



"Ci sono equazioni matematiche che scatenano nella testa di chi le legge un godimento estetico, un piacere simile a quello che si può provare contemplando un’opera d’arte o ascoltando un brano musicale che rapisce fino a esaltare il nostro senso del bello. E non sono nemmeno formule complicate da mettere nero su bianco. Eppure, nella loro sinteticità, racchiudono significati e metafore matematiche che una volta svelate alimentano una sensazione di esaltazione."

e^{i\pi}+1=0{.}


Nella classifica dei teoremi più belli spicca  la Formula di Eulero, matematico del 700, noto come il Mozart della matematica. La formula è estremamente compatta  e racchiude in sè la natura e l'utilizzo dell'infinito, il pi greco in matematica, i numeri complessi e lo zero. Viene definita una rarissima combinazione di bellezza, sorpresa e profondità. E' utile per la modellizzazione matematica di alcuni fenomeni, ad esempio il flusso ritmico delle correnti alternate.
Una forma d'arte, dunque, vessillo della grande matematica bella, profonda, intrigante.
Lo consiglio per lettori curiosi di matematica, scienza e storia.
Rosa M Mistretta

L'equazione di Dio - Le Scienze