venerdì 7 dicembre 2018

46P/Wirtanen, la cometa di Natale in diretta streaming

Dovrebbe aumentare la sua luminosità fino a metà dicembre, quando si troverà alla minima distanza dal Sole e dalla Terra


Spiega Gianluca Masi, astrofisico responsabile del progetto Virtualtelescope che per vederla al meglio dovremo aspettare il 12 dicembre quando arriverà nel punto più vicino al Sole e fino al 16 quando sarà alla minima distanza dalla Terra.



Ogni cinque anni circa, 46P si affaccia nella parte interna del Sistema solare. Era il primo obiettivo della missione dell'Esa Rosetta, che poi ha fatto visita a una sua 'sorella', 67P/Churyumov-Gerasimenko. Come quest'ultima, è una cometa gioviana, e ha un diametro di 1,2 chilometri. Quest'anno il momento in cui si troverà al perielio sarà quasi in coincidenza con il perigeo, per questo potremo vederla al massimo del suo splendore




Una foto a colori della cometa 46P/Wirtanen scattata il 28 novembre che mostra la chioma verde diffusa. Credits: Paolo Candy, Osservatorio Astronomico dei Cimini

Se non tradirà le aspettative, dunque, d'ora in poi sarà un crescendo di luminosità nelle prossime settimane. Il Virtualtelescope trasmetterà due dirette streaming di osservazione della cometa, il 12 in occasione del perielio e il 16, quando sarà nel punto più vicino alla Terra, a partire dalle 23.
Tra il 12 e il 16 dicembre, 46P/Wirtanen si troverà nella costellazione del Toro, sempre più vicina all'ammasso delle Pleiadi, ben riconoscibile a est, sempre più alta col passare delle ore notturne. E sarà un ottimo soggetto anche da fotografare, anche senza attrezzature professionali, ma con qualche accorgimento: "Basterà un tele non troppo potente, diciamo un 135 mm, a patto che sia luminoso – conclude Masi – con un'apertura 2.8 o 2.0 e Iso 800-1600 per non generare troppo rumore. Potremo ritrarla facilmente usando un tempo di esposizione di uno o due secondi".
Per approfondire