martedì 23 aprile 2019

IL CICLO GEOLOGICO DEL CARBONIO O CICLO LENTO, di Rosa Maria Mistretta


LA SCUOLA DEL SAPERE



Ogni anno sono erosi dai continenti circa 2 km3 di materiale solido. Se questo evento fosse a senso unico i continenti sarebbero già scomparsi. Le terre emerse esistono da milioni di anni nonostante l'azione erosiva per cui è implicito pensare all’esistenza di un ritorno di materia. L’evento, quindi, deve essere ciclico.

Secondo la teoria della tettonica a placche la litosfera è formata da placche o zolle crostali in movimento.  I fondali oceani si espandono verso i continenti e vengono spinti all'interno dei continenti stessi. 



La componente geologica del ciclo del Carbonio interagisce con il ciclo della roccia nei processi di dissoluzione, precipitazione di minerali, interramento e subduzione e eruzioni. Nell’atmosfera, l’acido carbonico dà un reazione con l'anidride carbonica atmosferica (CO2) e acqua.
L’acqua debolmente acida raggiunge la superficie come pioggia, reagisce con i minerali sulla superficie terrestre, sciogliendoli lentamente nei loro ioni componenti attraverso il processo di agenti atmosferici chimici. Questi ioni componenti sono trasportati in acque superficiali (torrenti e fiumi) fino all'oceano, dove precipitano come minerali come la calcite (CaCO3). 
LA SCUOLA DEL SAPERE
CALCITE



Il passaggio da anidride carbonica atmosferica a acque superficiali è rappresentato dalla soluzione in acqua di CO2 che avviene secondo la seguente formula:
 CO2 + H2O >>>> H2CO3
L’acido carbonico si forma dove c'è contatto tra acqua e aria.

LA SCUOLA DEL SAPERE

PER APPROFONDIRE, CLIKKA QUI

Nessun commento: