mercoledì 25 settembre 2019

Scarabocchi. Il mio primo festival

la scuola del sapere



Doppiozero e Fondazione Circolo dei lettori

20-22 settembre | Novara | II edizione

Una festa di colori e creatività per i piccoli, 
l’occasione per gli adulti di riscoprire la propria età bambini.
Il successo della II edizione di Scarabocchi. Il mio primo festival

SCARICA QUI LE FOTO DI QUESTA EDIZIONE
Si è conclusa domenica 22 settembre la seconda edizione di Scarabocchi, il mio primo festival, progetto di Doppiozero e Fondazione Circolo dei lettori, realizzato con il Comune di Novara, dedicato al gesto più libero, semplice e schietto che ci sia, lo scarabocchio, ricco di significati inattesi. Dal 20 al 22 settembre laboratori e lezioni hanno animato le scuole della città e il Complesso del Broletto, dove il Circolo dei lettori ha la sua sede novarese, con eccezionali esperienze. Il festival si è arricchito di appuntamenti, di più rispetto alla prima edizione: Scarabocchi, quindi, si fa più grande. Superate le presenze dell’edizione 2018: oltre 3600, tra grandi e piccoli, sono passati per il Cortile, hanno sperimentato nelle sale della Galleria Giannoni, nel Loggiato e al Circolo dei lettori, hanno ascoltato le conferenze nella Sala Arengo. Un pubblico variegato e attento, curioso e pronto a mettersi in gioco, un vero intreccio di generazioni: questo è Scarabocchi, che è festival e mondo, in cui tutti sono liberi di giocare, sbagliando, inventando e creando, qualsiasi età si abbia.
600 sono gli allievi e allieve delle scuole dell’infanzia e primarie della città e dintorni, che hanno fruito sia di laboratori pensati per loro e realizzati nelle aule, sia svolti nel Cortile del Broletto. Presenza preziosa anche quella dei giovani volontari, più di 100 ragazze e ragazzi dei licei novaresi hanno prestato servizio con passione, regalando a Scarabocchi il proprio tempo con generosità: il loro è stato un contributo fondamentale per la buona riuscita della manifestazione.  
Una scommessa vinta, quella di Scarabocchi: il festival dal tema originalissimo ha definitivamente conquistato la Città di Novara attirando curiosi anche dai dintorni e dalle grandi città vicine, Milano e Torino. Il Complesso del Broletto è stata la cornice perfetta per questi tre giorni di libera, spontanea e poetica espressione della creatività di ognuno, piccolo o grande che fosse. 
Il festival è cominciato venerdì 20 con il bagno di folla per lo psicanalista Massimo Recalcati, che inaugurato la tre giorni di creatività e libera espressione di sé con la lezione Inconscio e creazione davanti a un pubblico di oltre 370 persone. È proseguito con l’incantevole excursus di Lorenzo Mattotti sul suo personale rapporto con Pinocchio. Un dialogo frizzante tra l’artista e il curatore di Scarabocchi, Marco Belpoliti, che hanno ripercorso insieme, tra parole e immagini, la storia del burattino dal punto di vista di uno dei più importanti narratori per immagini italiani. Il grande evento con l’amatissimo attore Gioele Dix, una performance per grandi, con sul finale anche i bambini sul palco, ispirata alle opere di Fernand Deligny, l’educatore che ha suggerito a Francois Truffaut la scena finale di I 400 colpi.


Nessun commento: