domenica 12 aprile 2020

VIAGGIARE DA CASA: Monte Fuji


la scuola del sapere

E' un vulcano che ha una perfetta simmetria, pervaso da un forte significato spirituale, è uno scenario di insolita bellezza. Si trova a Honshu, la più grande isola del Giappone. Ogni anno salcono sul monte circa 400.000 persone, sulla cui cima sorge un santuario dedicato a una principessa, che incarna lo spirito del fiore del ciliegio.

Il Monte Fuji (富士山 Fuji-san?) è un vulcano alto 3.776 m ed è la montagna più alta del Giappone.
Considerato una delle "tre montagne sacre" del Paese insieme al Monte Tate e al Monte Haku, a tal punto che gli shintoisti considerano doveroso almeno un pellegrinaggio sulle sue pendici nella vita.
Fu inserito nella lista dei "famosi cento monti del Giappone" (Nihon hyaku meizan) di Kyūya Fukada.
Con la sua cima innevata per dieci mesi all'anno è uno dei simboli del Giappone, luogo speciale di bellezza paesaggistica e uno dei siti storici del Giappone, nonché patrimonio mondiale come sito culturale (l'UNESCO riconosce venticinque siti di interesse culturale all'interno del Monte Fuji).
L'origine del Fuji, la cui topografia ha risentito dell'attività vulcanica cui è stato sottoposto fin dal principio, è assai complessa. Secondo la tradizione popolare la montagna si formò in seguito a un terremoto avvenuto nel 286 a.C., ma in realtà esso è classificabile come uno stratovulcano e la sua forma conica regolare e quasi simmetrica è la conseguenza della sovrapposizione di vari strati di lava solidificata e ceneri vulcaniche. I vulcanologi hanno infatti appurato che l'attuale Fuji è il risultato di quattro distinte fasi nell'attività vulcanica che ne hanno caratterizzato forma e struttura.
l’ultima eruzione documentata iniziò il 16 dicembre 1707 e terminò l’uno gennaio dell’anno successivo.
Durante questa eruzione, nota con il nome di eruzione Hōei, l’attuale Tokyo venne ricoperta da uno spesso strato di cenere, mentre il vulcano vide la formazione di un nuovo cratere con un secondo picco, più o meno a metà della sua altezza, chiamato Hōeizan.nevicate che si verificano ogni anno sul Fuji contribuiscano alla formazione e alla persistenza di fiumi e sorgenti sotterranei per un volume di 5,3 milioni di tonnellate d'acqua al giorno
Data l'elevata altitudine del Fuji, si possono trovare differenti tipi di clima lungo le sue pendici. Secondo la classificazione dei climi di Köppen gran parte della montagna gode di un clima alpino, caratterizzato da temperature molto fredde per quasi tutto l'anno al di sotto dello zero, e da forti venti che soffiano da direzione ovest-nordovest alla velocità media annuale di 12 m al secondo; la massima velocità mai registrata sulla vetta fu 91 m al secondo (328 km/h) il 5 ottobre 1964, mentre a livello del suolo fu di 84,5 m al secondo (304,2 km/h).
Il Monte Fuji, la cui cima è innevata per quasi tutto l’anno, è un luogo speciale di bellezza paesaggistica e uno dei siti storici del Giappone, nonché patrimonio mondiale come sito culturale, infatti l’UNESCO riconosce venticinque siti di interesse culturale all’interno dell’area dove sorge il monte e addirittura gli shintoisti lo considerano sacro, al punto da ritenere doveroso almeno una volta nella vita, compiere un pellegrinaggio sulle sue pendici.

Alcuni video :