mercoledì 3 giugno 2020

A CHE ORA PROFUMA QUESTO FIORE?

I fenomeni naturali non smettono mai di stupire. Ascolare la natura giorno dopo giorno mette in risalto molteplici curiosità. Osserviamo i fiori che in questa stagione colorano il nostro ambiente.
La fragranza dei fiori, ad esempio, è specifica per ogni pianta e è costituita da una miscela di piccole molecole volatili che appartengono per lo più a tre gruppi di composti: fenilpropanoidi/benzenoiditerpenoidi e derivati degli acidi grassi.
La concentrazione di ogni singolo composto è determinante: due fragranze diverse possono contenere concentrazioni diverse di composti uguali e uno stesso composto può avere un odore disgustoso ad elevata concentrazione e un profumo piacevole a concentrazioni molto più basse.
Se si osserva bene ogni fiore emana la sua fragranza a determinate ore del giorno.
bocca di leone
La bocca di leone ha un picco di emissione di fragranza durante il giorno (tra le 9.00 e le 16.00) in corrispondenza del momento di massima attività del calabrone, il suo impollinatore.
Per approfondire consiglio la lettura del seguente molto interessante sito:
Sono stati scoperti due geni fondamentali per la produzione e l'emissione del profumo della petunia, un'attività che avviene seguendo un ciclo di 24 ore per ottimizzare la funzione di attrazione del profumo nei confronti degli insetti impollinatori. Poiché i due geni sono presenti nella maggior parte delle piante con fiore, è possibile che questo meccanismo siamo comune nel mondo vegetale .
L'approfondimento è su: